top of page

Cosa fare quando i soldi non sono più il benefits più richiesto dai tuoi lavoratori


Negli ultimi anni il dibattito sul welfare aziendale si è fatto sempre più vivo.

Infatti, con l’avvento della pandemia tutto è cambiato.

Ciò che è cambiato maggiormente però sono le esigenze dei lavoratori stessi.

Purtroppo, i semplici soldi non attirano più i nuovi candidati e non sono più da stimolo a non abbandonare un posto di lavoro che non ci si addice e in cui non ci troviamo più bene.

Ma se i soldi non bastano più ad attirare e trattenere i talenti come può fare una azienda a non perdere ogni anno risorse preziose?

Ce lo svela Remote.com in questo articolo molto interessante.

Secondo questo sito il mondo dell’assistenza sanitaria si sta prendendo il primato dei benefits nella classifica di ciò che desiderano i lavoratori.

La salute, quindi, è il nuovo fulcro di ogni lavoratore.

La pandemia ha abbattuto ogni differenza – almeno dal punto di vista della salute – e ci ha fatto sentire tutti uguali senza distinzione alcune di genere, razza, ceto sociale o altro.

Infatti, la salute non fa sconti.

Dall’altro lato perô forse possiamo vedere un lato positivo di tutto ciò.

Infatti, questa immediata attenzione dell’uomo verso la propria salute e il proprio benessere potrebbe tornare molto utile alle aziende per legare i propri collaboratori a se risparmiando migliaia di franchi in turnover e spese associate.

Proprio riguardo a questo argomento sempre Remote.com afferma:



Il motivo è molto semplice.

Il numero di uomini e donne che soffrono di disturbi cronici e acuti con dolori di vario tipo è in costante aumento e la pandemia – complice il fattore psicologico – non ha fatto altro che amplificare questi disturbi.

In particolare, secondo il Global Pain Index americano, il 93% della popolazione lavorativa mondiale nel 2020 soffriva di qualche tipologia di disturbo.

E i dati erano in costante aumento da diversi anni a questa parte ergo possiamo solo immaginare che anche quest’anno, ancora di più con l’avvento della pandemia, il trend continui a crescere.

Come vedi stiamo parlando di praticamente tutto il mondo lavorativo.

Ma questo non è il dato più preoccupante.

Infatti, di questo 93%, circa il 79% ha grossi problemi di attenzione e di produttività proprio a causa di disturbi muscolare.

Capisci bene che può rivelarsi un grosso problema per una qualsiasi azienda se circa l’80 % dei lavoratori avesse disturbi di questo genere con un calo drammatico ed esponenziale dell’attenzione e della produttività.

Infatti, un collaboratore che non riesce ad essere produttivo e con cali di attenzione potrebbe essere un grosso problema per te e per la tua azienda.

Pensaci bene.

Ti è mai successo di avere dolori alla cervicale così forti da non riuscire a svolgere la tua vita normale e/o da non riuscire a lavorare?

Oppure, di rimanere bloccato con la schiena tanto che sei stato costretto a riempirti di farmaci per lavorare?

O ancora, ti è mai successo di non riuscire a lavorare in modo produttivo per colpa di quella terribile sensazione di pesantezza alle spalle?

Ecco, questi sono solo tre dei disturbi più classici che i lavoratori hanno evidenziato.

Pensa adesso a quanto ti è stato difficile lavorare in quelle condizioni e pensa se la stessa cosa succedesse a uno o più lavoratori della tua azienda.

Prendendo per veri tutti i dati che il Global Pain Index ha trovato…

e ammettendo che il trend si mantenga identico dal 2020 ad oggi…

se l’80% del 93% dei tuoi lavoratori soffrissero di un disturbo muscolare con un calo di produzione e attenzione la tua azienda potrebbe trovarsi in un mare di guai.

Ecco spiegato perché maggioranza dei lavoratori non chiede più soldi come benefits ma servizi riguardanti il mondo della salute.

Prendi l’esempio di Google.

Google ha circa 35 massaggiatori che girano costantemente in azienda per fornire trattamenti manuali ai propri lavoratori così da alleviare tutte le tensioni che ogni lavoratore accumula dalle lunghe giornate di stress al pc.

Lo stesso si può dire di Linkedin e della Avaloq e di moltissime altre aziende americane e non.

Come vedi la salute al primo posto.

Per questo motivo noi di Touch abbiamo deciso di creare il Servizio Base di Touch in cui offriamo trattamenti manuali direttamente in azienda come servizio di welfare aziendale nell’area del benessere.

Offrire questo servizio non ti permetterà solo di offrire un motivo in più ai tuoi lavoratori per rimanere ma stimolerà anche l’arrivo di nuovi veri e proprio talenti che ricercano dei benefits del genere.

Per scoprire tutti i vantaggi che potresti ottenere e per scoprire il Nostro Servizio Base di Trattamenti manuali in azienda non dovrai far altro che mandare una mail a info@progettotouch.ch .

A presto




8 visualizzazioni0 commenti

コメント


bottom of page